Cosa facciamo

SPORTELLO ADOLESCENTI

Lo sportello vuole offrire uno spazio dedicato agli adolescenti che non trovano una specifica collocazione nell’ambito dei Servizi Sanitari.
L’ascolto del disagio adolescenziale va accolto proprio in ragione della peculiarità della fase evolutiva che attraversano.
Come evidenzia, F. Dolto, figura storica della psicoanalisi francese:

nessun adolescente è senza problemi, senza sofferenza: forse è il periodo più ricco di dolore della vita, ma anche quello delle gioie più intense. Il guaio è che si desidera fuggire da tutto ciò che si presenta come difficile. Fuggire fuori da sé, gettandosi in avventure dubbie o pericolose. Fuggire dentro di sé, chiudendosi in un guscio fasullo” (I problemi degli adolescenti, 2009).

Non è necessaria la prenotazione perché lo scopo ultimo del progetto è quello di affrontare la difficile sfida della prevenzione nell’ambito del benessere psicologico.

A prescindere dalla maggiore età, possono essere accompagnati dai genitori, nell’ottica di un’accoglienza familiare che possa svolgere un lavoro correttamente orientato sulla/e domanda/e.

ACCOGLIENZA FAMILIARE

Espressione nasce come dipartimento materno-infantile, per cui rimane un’area di preminenza.
Il lavoro è svolto attraverso un’accoglienza e una presa in carico di tutti i soggetti richiedenti. A titolo esemplificativo: padre, madre, bambino.
Espressione, infatti, estende i principi della Maison Verte, configurandosi come luogo di incontro, comunicazione e scambio.

“I genitori sono i primi a sapere, hanno soltanto bisogno di una conferma autorevole alla loro intuizione”.

Queste sono le parole di F. Dolto, che invita gli adulti a farsi carico della loro storia familiare.
L’ascolto, la parola e l’atto del professionista interrogano e analizzano la difficile condizione del genitore, ma anche quella complessa del figlio.

COLLOQUI DI COPPIA

In entrambi i sessi si riscontra di frequente la difficoltà di stare in coppia e, al contempo, di vivere senza coppia.
Ciascun membro è chiamato a rispondere alle attese e ai bisogni dell’altro, rischiando di fallire in questa coincidenza.
Ma qual è l’elemento che può tenere insieme due individui? Esso è inerente al linguaggio. Questo è il punto di partenza per i professionisti di Espressione.

COLLOQUI INDIVIDUALI

Il modello teorico-clinico di ESPRESSIONE ONLUS istituisce e rappresenta il Centro Clinico come luogo di comunicazione in cui la persona non è mai sola.

Ognuno trova uno spazio e un tempo per sè, può condividere le proprie esperienze e confrontarsi con il professionista sempre disponibile all’incontro.

A tutti viene offerta la possibilità di raccontarsi sia che si desideri intraprendere un percorso personale sia che si cerchi un luogo, un momento e un modo per liberare pensieri ed emozioni.

Ansia, preoccupazioni e perplessità trovano sempre una dimensione nella comunicazione e un senso attraverso la parola che, pronunciata da chi parla, viene rilanciata da chi ascolta.